Chi può ritirare un attestato di rischio?


L’attestato di rischio è quel documento assicurativo che certifica il numero di sinistri denunciati  negli ultimi 5 anni e la classe di merito raggiunta dall’assicurato in base al sistema Bonus Malus. 

L’attestato di rischio è un documento fondamentale, necessario in caso di cambio compagnia Rc auto per il calcolo della nuova tariffa, ma allo stesso tempo personale, perché indica il livello di virtuosità o di sinistrosità del conducente.

Questo è il motivo per cui in seguito alle modifiche intervenute con il D.lgs 209/2005 di dematerializzazione delle assicurazioni, l’assicurato- conducente è il primo soggetto legittimato a ricevere il documento in prossimità della scadenza Rca.

La nuova legge ha modificato le modalità di invio dell’attestato di rischio, perché da una parte, è stato eliminato l’onere dell’assicurato di richiedere, ritirare e consegnare materialmente il documento alla nuova compagnia assicurativa, dall’altra, l’interessato può continuare a consultarne i dettagli, leggendo e scaricando la copia online resa disponibile dalla vecchia assicurazione nell’area clienti online, 30 giorni prima della scadenza polizza.

L’attestato di rischio in sostanza non è più disponibile in formato cartaceo e non va ritirato, se non su richiesta dell’interessato, perché la nuova compagnia può consultarne il contenuto online in una banca dati custodita dall’IVASS (Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni), e calcolare il preventivo in base al contenuto del documento.

Confronta Preventivi RC Auto »

Chi può ritirare l’attestato di rischio?

L’assicurato può accedere all’area online della precedente assicurazione per scaricare il documento, ma non deve più occuparsi della trasmissione ad eventuale nuova compagnia. Gli altri aventi diritto alla consegna dell’attestato diversi dal contraente sono i seguenti:

  • il proprietario del veicolo;
  • il locatario in caso di locazione finanziaria (leasing);
  • l’usufruttuario;
  • l’acquirente del veicolo con patto di riservato dominio.

Questi soggetti, non potendo accedere all’area online dell’assicurato, devono fare richiesta di copia e ritiro del documento a mezzo e-mail o in formato cartaceo al Servizio Clienti della compagnia.

RC auto, la proposta del M5S su Rousseau

Possibili novità normative in arrivo per il settore RC Auto in Italia. Il Movimento 5 Stelle, la principale forza politica attualmente al Governo, sta valutando una serie di modifiche al sistema delle assicurazioni auto e moto nel nostro Paese che potrebbero andare a modificare, radicalmente, il settore. Per ora, in attesa dell'arrivo in Parlamento, sul tavolo c'è una proposta di modifica al settore RC Auto sulla piattaforma Rousseau della deputata 5 Stelle Maria Soave Alemanno. Ecco i dettagli.

Aumenti pensioni 2020: tutto quello che c'è da sapere

Una nuova riforma delle pensioni in arrivo nel 2020, frutto della decisione del nuovo Governo Pd M5s: i sindacati chiedono un nuovo meccanismo di calcolo per aumentarne gli importi, il Welfare tornerà ad assumere un ruolo centrale, ci sarà un focus sui giovani con basso reddito per l’introduzione di una pensione di garanzia, la cosiddetta opzione donna e molto altro ancora: ecco di seguito quali saranno i cambiamenti cardine della riforma sulle pensioni.

Bollo auto non pagato, c'è il condono fino a 1000 euro per debiti precedenti al 2010

Indignazione tra gli utenti online alla notizia che nel Decreto fiscale è contenuta una sanatoria fiscale, fino all’importo di 1000 €, per chi non ha pagato il bollo auto tra il 2000 e 2010. Cosa sta succedendo? Chi non pagherà le cartelle esattoriali? E quali sono le sanzioni di norma applicate a chi non paga la tassa automobilistica?
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide