Quali documenti vengono rilasciati dopo aver acquistato la polizza?


Dopo l’acquisto di una polizza Rca sui veicoli a motore, ma anche di assicurazioni vita, casa o viaggi, è sempre meglio tenere con sé gli originali ed eventuali copie dei documenti rilasciati dalla compagnia.

Questo perché in alcuni casi l’assicurazione è di tipo obbligatorio e le Autorità devono poter verificare l’adempimento per mezzo di esibizione dello stesso, in altri perché è lo stesso cliente ad aver bisogno di leggere i dettagli della copertura, delle garanzie e del risarcimento.

Quali sono i documenti che vengono rilasciati quando si acquista una polizza?

Innanzitutto ancor prima dell'acquisto, i primi documenti rilasciati dalle compagnie assicurative sono i preventivi auto o i preventivi moto che vengono spediti via mail. Sono documenti a tutti gli effetti in quanto riportano la cifra del premio assicurativo che si andrà a pagare una volta scelta la compagnia con la quale ci si vuole assicurare.

Nella fase successiva, dopo l’acquisto della polizza, la compagnia assicurativa invia copia del contratto di assicurazione (con allegate le condizioni generali di assicurazione) e la Carta Verde, documento necessario per circolare all’estero.

Se l’impresa non rilascia questi documenti è essenziale chiederne copia.

Più recentemente documenti importanti come l’attestato di rischio e il tagliando assicurativo hanno assunto formato elettronico, e sono consultabili online in apposite banche dati, o accedendo all’area clienti della compagnia assicurativa.

Infine, al pagamento del premio assicurativo, anche rateizzato, la compagnia rilascia una ricevuta. Per quel che concerne le assicurazioni viaggivita e casa invece i documenti principali sono il contratto di assicurazione con le allegate condizioni generali e la ricevuta di pagamento.

Confronta assicurazioni viaggi »Vai

La vera novità su come vengono rilasciati i documenti oggi dopo aver acquistato una polizza, riguarda le assicurazioni online.

Tramite le compagnie tradizionali infatti (oggi come ieri), è necessario l’invio dei documenti di polizza via raccomandata a/r, con i tempi di attesa richiesti dal servizio postale (fanno eccezione alcune imprese che già hanno modificato le modalità di inoltro).

Chi acquista assicurazioni online invece, specie Rc auto e moto, riceve poco dopo l’acquisto il certificato provvisorio di assicurazione via e-mail, per iniziare a circolare da subito.

Vediamo quindi come vengono rilasciati i documenti dopo aver acquistato una polizza nell’era di Internet:

  • dopo l’acquisto dell’assicurazione online si ricevono via e-mail il numero identificativo della polizza e il certificato provvisorio di assicurazione, più copia del contratto di assicurazione, con l’informativa che il tagliando e l’attestato di rischio potranno essere consultati secondo modalità indicate;
  • dopo l’invio del certificato provvisorio, si riceve il certificato definitivo di assicurazione, da stampare e tenere con sé all’interno del veicolo per rispondere ad eventuali controlli;
  • nel contratto è indicata la scadenza dell’assicurazione o delle rate, se si tratta di assicurazione rateizzata. Al pagamento dell’intera soluzione o della rata, che può avvenire online o con l’addebito diretto su conto corrente, la compagnia rilascerà la ricevuta.
Confronta più assicurazioni auto »Vai

RC auto, la proposta del M5S su Rousseau

Possibili novità normative in arrivo per il settore RC Auto in Italia. Il Movimento 5 Stelle, la principale forza politica attualmente al Governo, sta valutando una serie di modifiche al sistema delle assicurazioni auto e moto nel nostro Paese che potrebbero andare a modificare, radicalmente, il settore. Per ora, in attesa dell'arrivo in Parlamento, sul tavolo c'è una proposta di modifica al settore RC Auto sulla piattaforma Rousseau della deputata 5 Stelle Maria Soave Alemanno. Ecco i dettagli.

Aumenti pensioni 2020: tutto quello che c'è da sapere

Una nuova riforma delle pensioni in arrivo nel 2020, frutto della decisione del nuovo Governo Pd M5s: i sindacati chiedono un nuovo meccanismo di calcolo per aumentarne gli importi, il Welfare tornerà ad assumere un ruolo centrale, ci sarà un focus sui giovani con basso reddito per l’introduzione di una pensione di garanzia, la cosiddetta opzione donna e molto altro ancora: ecco di seguito quali saranno i cambiamenti cardine della riforma sulle pensioni.

Bollo auto non pagato, c'è il condono fino a 1000 euro per debiti precedenti al 2010

Indignazione tra gli utenti online alla notizia che nel Decreto fiscale è contenuta una sanatoria fiscale, fino all’importo di 1000 €, per chi non ha pagato il bollo auto tra il 2000 e 2010. Cosa sta succedendo? Chi non pagherà le cartelle esattoriali? E quali sono le sanzioni di norma applicate a chi non paga la tassa automobilistica?
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide