Decorrenza polizza assicurazione


La decorrenza della polizza assicurazione è quel periodo caratterizzato da un estremo temporale iniziale che determina la validità dell’Rca, in base ai pagamenti effettuati dal contraente nei confronti della compagnia assicurativa.

Scopri la migliore alternativa se la tua RC sta per scadere »Vai

La decorrenza indica dunque l’inizio della copertura e viene trascritta sui principali documenti assicurativi, cioè il certificato di assicurazione e il contrassegno di assicurazione - oggi divenuti digitali -, affinché le Autorità possano verificare il quadro completo della situazione assicurativa dei veicoli a motore.

Se sul certificato di assicurazione non è indicata l’ora di decorrenza della polizza assicurazione, questa inizia dalle ore 24:00 del giorno del pagamento del premio, se invece sulla polizza viene indicata un’ora anticipata la garanzia assicurativa vale da tale momento.

Ogni compagnia assicurativa può stabilire liberamente momenti diversi per la decorrenza della polizza di assicurazione, in base agli accordi contrattuali.

La decorrenza della polizza assicurazione è strettamente legata alla sua scadenza e all’abolizione del tacito rinnovo Rca.

Dal 1 gennaio 2013 infatti è stato eliminato il rinnovo automatico della copertura e gli assicurati non sono più tenuti a presentare disdetta formale in caso di cambio compagnia assicurativa.

Alla scadenza dell’Rca, la validità e quindi la decorrenza iniziale della polizza assicurazione viene prorogata per 15 giorni (c.d. periodo di tolleranza) realizzando un fenomeno di ultrattività dell’Rca, che consente ad automobilisti e motociclisti di cercare una nuova offerta assicurazione in prossimità del termine e di confrontare nuovamente più preventivi.

Trascorso il 15° giorno la vecchia Rca non è più una valida copertura, per questo bisogna far attenzione ai termini di decorrenza della polizza assicurazione successivamente acquistata in modo da non circolare scoperti.

Seggiolini antiabbandono obbligatori da oggi, 7 novembre: i prezzi e cosa dice la legge

Quanti pensavano di avere ancora fino al 6 Marzo 2020 per adeguarsi all’obbligo dei seggiolini antiabbandono hanno avuto una brutta sorpresa. Il Ministero dell’Interno ha infatti entrare in vigore l’obbligo dal 7 Novembre. La novità ha colto di sorpresa sia gli automobilisti che i produttori dei dispositivi. C'è stata una corsa all'acquisto che ha fatto crescere i prezzi dei dispositivi

Costo Auto 2019: aumentano del 6,58% le spese per RC, carburante, bollo e revisione

Mantenere un'auto costa, in media, 1614 Euro all'anno agli automobilisti italiani con veri e propri picchi in Campania, dove si supera quota 2 mila Euro all'anno di spese per il mantenimento. Rispetto allo scorso anno, inoltre, i prezzi di gestione sono aumentati in quasi tutte le regioni italiane con un incremento medio del +6.58%. Questi sono i principali risultati dell'ultimo Osservatorio di SosTariffe.it che ha preso in esame tutti i costi, fissi e variabili, che gli automobilisti devono affrontare per il proprio veicolo in tutte le regioni del Paese. Ecco i risultati dello studio. 

Conti Correnti e tassi negativi: 6 consigli per evitarli

Una realtà già adottata all’estero da alcune banche danesi, tedesche e svizzere, i tassi negativi vedranno applicazione anche nel nostro Paese, a partire dal prossimo anno. Come funzionano di preciso i tassi negativi e quali sono le conseguenze sui conti correnti dei risparmiatori italiani, da sempre abituati a mettere da parte i propri soldi nello strumento finanziario del conto corrente? Ecco a cosa bisogna prestare attenzione e quali sono i motivi per i quali si potrebbe cercare una soluzione alternativa.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide

FAQ