Internet Casa Energia Gas Assicurazioni Tariffe Cellulari Internet Mobile Conti Correnti Conti Deposito TV Prestiti
SosTariffe
1 Inserisci pochi semplici dati
2 Ottieni una consulenza mirata, gratis e senza impegno
3 Scegli la polizza e tutela la tua attività

Assicurazione medici

Sito Web dell'Anno

Dall’agosto del 2014 tutti i medici iscritti all'Albo della relativa professione hanno l’obbligo di sottoscrivere una polizza di Responsabilità Civile. Questa polizza garantisce all’assicurato una protezione dalle richieste di risarcimento di danni avanzate da terzi per via di errori o omissioni registrate durante lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Le assicurazioni medici rientrano nella categoria delle polizze RC professionali.

Un medico deve, quindi, poter contare su di una polizza RC in grado di offrire un elevato livello di protezione e la certezza, per il professionista, di avere alle spalle una tutela assicurativa completa che lo protegga da eventuali richieste di risarcimento. Come per tutte le assicurazioni di Responsabilità Civile, la scelta dell’assicurazione medici non va presa a cuor leggero.

Se sei un dottore e vuoi ottenere una consulenza personalizzata, gratuita e senza impegno per aiutarti a scegliere la polizza più adatta alle tue esigenze professionali, compila il modulo presente in questa pagina

Affidandosi alla consulenza ad hoc sarà possibile individuare la migliore soluzione per chi ha la necessità di attivare un’assicurazione medici.

Questa particolare tipologia di polizza assicurativa presenta caratteristiche ben precise, offrendo una tutela essenziale per tutti i medici, e, allo stesso tempo, devono fare i conti con limitazioni alla validità fissate dalle condizioni contrattuali.

Solo un confronto dettagliato tra le tante polizze disponibili permetterà di individuare l’opzione migliore.

 

È obbligatoria?

Questa particolare polizza è obbligatoria per tutti i medici che esercitano la professione in qualità di “libero professionista indipendente”, sia per extra moenia che per intra moenia.

Sono tenuti ad attivare tale polizza anche i medici che esercitano la professione in qualità di lavoratori dipendenti o di consulenti e collaboratori di strutture ospedaliere, private o pubbliche e di cliniche.

Anche i medici che esercitano una la professione presso qualsiasi altro istituto autorizzato a svolgere attività sanitarie o anche solo di supporto ad attività e servizi sanitari sono obbligati a sottoscrivere una polizza RC professionale.

 

Cosa copre e come funziona

La polizza medici è una particolare polizza RC professionale riservata a tutti i medici regolarmente iscritti all’albo e che esercitano la professione medica con tutte le regolari autorizzazioni previste dalla normativa vigente.

Questa particolare assicurazione di Responsabilità Civile va a tutelare il medico contro le richieste di risarcimento che terzi potrebbero avanzare sulla base di presunti errori o omissioni compiuti dallo stesso medico durante l’esercizio della sua attività professionale.

Grazie all’attivazione di questa polizza, il professionista potrà contare su di una protezione del suo patrimonio e delle sue risorse finanziarie. I rischi legati ad un’attività professionale come quella del medico sono concreti.

Un errore del professionista, infatti, può far scattare una richiesta di rimborso o risarcimento il cui importo potrà essere anche molto elevato. Con la tutela garantita dall’assicurazione medici, il professionista avrà a sua disposizione una polizza completa in grado di minimizzare i rischi.

 

Il sistema Claims Made e la copertura All Risk

Le polizze RC medici seguono il regime “Claims Made”, ovvero “a richiesta fatta” in italiano. In sostanza, con questo sistema il sinistro viene “attivato” al momento della richiesta di risarcimento ricevuta dall’assicurato e non nel momento in cui il professionista commette l’errore.

Le garanzie assicurative della polizza diventano operative dal momento in cui la richiesta di risarcimento viene inviata all’assicurato.

In generale, le assicurazioni RC medici presentano una copertura “All Risk” che va a proteggere il professionista da qualsiasi tipo di rischio correlato alla sua normale attività lavorativa.

Si tratta di una protezione a 360 gradi che garantisce al medico di poter effettuare lavorare con maggiore tranquillità.

Una polizza RC medici offre una completa copertura assicurativa andando a tutelare il professionista anche in caso di omissioni o errori nella compilazione della cartella clinica e di errata prescrizione terapeutica.

Questa tipologia di polizza tutela il medico anche in caso di diagnosi errata o non tempestiva.

 

La clausola di retroattività 

L'assicurazione medici include l’opzione di retroattività che garantisce la copertura di eventuali danni causati nell’esercizio della propria attività anche prima che il contratto assicurativo venga stipulato.

La clausola di retroattività va a coprire un preciso arco di tempo, indicato chiaramente nelle condizioni contrattuali della polizza stessa. Di solito, la retroattività di una polizza RC professionale parte da un minimo di un anno.

Le soluzioni assicurative più complete prevedono, inoltre, l’opzione di “retroattività illimitata” che, di fatto, garantisce una copertura completa al professionista eliminando qualsiasi limite temporale della polizza.

Di norma, la durata del periodo di retroattività e il premio della polizza sono strettamente legati ed al crescere dell’uno aumenterà anche l’altro (il legame varia a seconda della compagnia con cui si va ad attivare la polizza).

 

La validità postuma della polizza RC medici 

Un altro elemento che caratterizza la polizza RC medici è rappresentato dalla validità postuma della copertura assicurativa. Tale polizza, infatti, garantisce una protezione dalle richieste di risarcimento del danno anche al professionista che ha cessato la sua attività, ad esempio per via del pensionamento, oppure che ha cambiato attività.

La validità postuma della polizza può valere anche i ncaso di decesso del contraente con la copertura assicurativa che va a tutelare gli eredi.

Al fine di sottoscrivere una polizza assicurativa completa sotto tutti i punti di vista ed in grado di garantire una tutela in linea con quelle che sono le proprie esigenze, è molto importante che il medico, al momento della stipula del contratto, richieda alla compagnia tutte le informazioni relative alla retroattività ed all’eventuale validità postuma della copertura assicurativa che, per essere attività, necessità di un preciso iter che può cambiare a seconda della compagnia con cui si sottoscrive la polizza.

 

Esclusioni e limiti

Le polizze RC medici presentano specifiche clausole di esclusione che, di fatto, vanno a limitare la copertura assicurativa garantita dalla polizza stessa al professionista.

Le clausole di esclusione che caratterizzano la polizza vengono, chiaramente, specificate nel contratto che il contraente va a stipulare con la compagnia.

È fondamentale, quindi, che il professionista vada ad analizzare, nel dettaglio, tutti i limiti contrattuali fissati dalla compagnia assicurativa. Le clausole di esclusione rappresentano una limitazione importante alla validità della polizza RC professionale e vanno, quindi, conosciute in ogni minimo dettaglio per evitare di dover fare i conti con richieste di risarcimento per danni non coperti dalla regolare assicurazione medici.

Come tutte le polizze assicurative, anche le assicurazioni medici devono fare i conti con precisi limiti della copertura. Uno dei principali elementi da considerare è il massimale che rappresenta l’importo massimo che la compagnia con cui si è attivato il contratto andrà ad erogare come risarcimento al danneggiato.

L’analisi del massimale è un aspetto fondamentale per poter giudicare l’effettiva qualità di una polizza assicurativa RC.

La professione medica comporta dei rischi notevoli per il professionista e le richieste di risarcimento possono raggiungere cifre anche molto elevate. Sottoscrivere una polizza assicurativa che presenti un massimale molto basso potrebbe risultare una scelta sbagliata.

Al ridursi del massimale, pur riducendosi il premio della polizza, l’effettiva copertura assicurativa garantita dal contratto stipulato con la compagnia andrà a diminuire.

Un altro elemento da considerare, tra le limitazioni della copertura assicurativa, è quello rappresentato dalla franchigia, un elemento contrattuale che rappresenta il valore minimo del risarcimento che la compagnia andrà ad erogare.

Nel caso in cui il danno causato dal medico risulti inferiore alla franchigia, sarà obbligo del professionista provvedere, di tasca propria, alla copertura dell’importo da risarcire.

Tra le limitazioni della polizza RC medici c’è da considerare anche la clausola di scoperto che rappresenta un importo percentuale, di norma inferiore al 10% dell’importo complessivo del risarcimento, del danno causato che il professionista dovrà risarcire autonomamente.

Elementi come il massimale, la franchigia e la clausola di scoperto vanno ad influenzare, in misura considerevole, il premio assicurativo della polizza RC medici. A seconda dei valori fissati a livello contrattuale, quindi, il costo complessivo della polizza subirà delle modifiche.

Ad esempio, all’aumentare del massimale, ovvero all’aumentare della cifra massima erogata dalla compagnia assicurativa per coprire un risarcimento del danno causato dal contraente, aumenterà anche il premio assicurativo.

In generale, l’assicurato ha facoltà di personalizzare (entro limiti prefissati dalla compagnia) i valori del massimale e delle altre limitazioni alla copertura assicurativa. Fissando questi valori si andrà a modificare la copertura assicurativa sulla base delle proprie reali esigenze, anche di natura economica.

Le esclusioni alla copertura assicurativa di una polizza RC medici sono numerose. Non sono coperte dalla tutela assicurativa, infatti, azioni o omissioni commesse con dolo oppure atti illeciti commessi da un medico non iscritto all’Albo o non autorizzato ad esercitare le attività professionali tutelate dalla polizza.

Rientrano tra le esclusioni di una polizza RC medici anche gli atti illeciti di cui il contraente della polizza poteva già essere a conoscenza al momento della stipula del contratto assicurativo.

Tra le esclusioni di questo tipo di polizza troviamo anche la violazione dell’obbligo del segreto professionale e l’utilizzo di farmaci somministrati o prescritti per fini non terapeutici. 

Ultime notizie Assicurazioni