Non basta avere lo smartphone all'ultima moda, perché ci vuole anche il giusto piano tariffario per poterlo sfruttare al meglio. Il problema è che come consumatori dobbiamo muoverci con fin troppa cautela, tra offerte poco chiare, sconti invitanti ma insidiosi, e proposte concrete ma troppo costose.

Smartphone per tutti i gusti, ma anche piani tariffari per ogni esigenza

Se si vuole comprare lo smartphone in abbonamento lo proposte bene o male si somigliano tutte, e se qualche operatore riesce a offrire prezzi più vantaggiosi degli altri di solito poi ha una minore copertura, un servizio peggiore, o costi accessori (come il roaming) più alti.

Capitano poi le rimodulazioni tariffarie, come quelle che hanno proposto Wind e Vodafone recentemente. Tecnicamente è una variazione del contratto unilaterale che dà diritto al recesso senza penali, e di fatto alcuni sono persino contenti quando capita.

Fai la scelta giusta

In generale però le reazioni dei consumatori non sono esattamente benevole, né tantomeno quelle delle autorità – anche quanto, come nel caso di Vodafone, i cambiamenti si possono considerare vantaggiosi per i clienti. In alcuni casi, com'è capitato a Wind, le autorità hanno persino deciso di avviare un'indagina.

Insomma trovare l'offerta giusto è un po' come cercare il classico ago nel pagliaio, anche perché gli operatori fanno di tutto per confonderci. Le loro comunicazioni sono spesso caotiche, male organizzate, consapevolmente disorientanti. E a volte – troppo spesso – le loro pubblicità sono apertamente ingannevoli. E infatti di tanto in tanto le autorità devono aprire un fascicolo d'indagine – peccato che poi le eventuali multe siano delle inezie.

A seguire una serie di contenuti pubblicati su Tom's Hardware che parlano dell'argomento.